con uno sguardo (citro-pescosolido)

girano le api sulla testa
e i fili che le tengono su
lontani un soffio appena dalle dita
le prenderai

cammini sul mio petto come un gatto
rinasco nei sorrisi che mi fai
vorrei il potere di fermare il tempo
mi chiedo se e' giusto

ragiona con l'istinto
sei figlio del coraggio
Non credere a distanze
che ci separino
nel mondo non scappare
rifugiati nel cuore
di chi e' in grado di capire
con uno sguardo

nello specchio vedo gia' domani
i progetti sul futuro e i piani
per convincermi che puoi "fare" da solo
capisco ma ignoro

sorridi quando dovrai rassegnarti
che sei una parte piccola di me
ricordati le api sulla testa
e afferrale

ragiona con l'istinto
sei figlio del coraggio
Non credere a distanze
che ci separino
nel mondo non scappare
rifugiati nel cuore
di chi e' in grado di capire
con uno sguardo